Venerdì, 01 Agosto 2014 08:09

Il centro dell'Universo

Una delle gite durante la nostra vacanza a San Francisco è stata visitare il California Academy of Sciences nel meraviglioso Golden Gate park. Una delle “attrazioni” è il Morrison Planetarium dove c’è uno schermo enorme inclinato a 30 gradi che fa un effetto il più reale possibile della percezione dell’universo.

Io immaginavo la solita spiegazione delle stelle, pianeti o costellazione come mi era capitato di vedere altre volte. In vece, era tutta una spiegazione molto più complessa sulla massa scura, l’immensità dell’universo, cosa si è scoperto dell’inizio del universo e di cosa si sa adesso.

Sicuramente molto di più, ma io a un certo punto mi sono persa e, come spesso faccio quando sono in posti nuovi dove ho qualcosa da imparare (e quindi sempre!), è portarmi a casa qualcosa. Solo una cosa, ma che me lo ricordi, ispiri e mi aiuti a crescere.

Una cosa l’ho afferrata: in qualsiasi parte dell’universo uno si trova, ci si vede al centro del suo universo.

NOI!

E poi mi è venuta in mente l’immagine che ho allegato sopra e che mi aveva fatto impressione la prima volta che l’avevo vista. La foto fa vedere la similitudine tra le cellule neuronali e la struttura dell'universo. Meraviglia pura!

Allora vorrei condividere con te il filo di ragionamenti che ho fatto:

$1·      Noi siamo un Universo. Ogn’uno/a di noi è e ha un intero Universo dentro di noi.

$1·      L’etimologia della parola Universo significa tutto insieme, tutto quanto. E se ci pensi, dice anche Uni-verso, verso una strada. Verso la stessa cosa: Verso l’essere, verso quello che ci fa bene, quello che É. Noi abbiamo tutto quello che ci serve per stare in equilibrio.

$1·      Noi siamo uno con L’universo.

Senza fare ragionamenti troppo complessi o inspiegabili (anche perché purtroppo non sono un’esperta di quelle tematiche), il sentirsi allineati con l’universo è più una sensazione che una cosa logica. Quindi, quando noi ci sentiamo bene e facciamo quello che ci fa stare bene, ci fa allineare all’Universo e sentirci bene.

Quando ci mettiamo al centro del nostro universo, dovremo essere nella nostra confort zone, invece, siamo allenati a non farlo.

La prima parte del mio libro Crea te Stessa si chiama, Tu sei il centro del tuo sistema solare. Coincidenze? Sicuramente, ma andiamo tutti verso una direzione. Quella di stare bene!

E siccome ci sono sempre due facce in una medaglia, ricordiamoci che essendo nel centro del nostro universo, tante volte non vediamo tutto il resto intorno a noi.

Morale di questo articolo? Io vorrei che fossero queste due cose:

Se vuoi aggiungere altre cose, scrivili per piacere che le condividiamo!

$11.  Metterti nel centro del tuo Universo è “fisiologico”. Come l’universo è disegnato che sia. Non c’è niente di egoista nel farlo o di sentirsi in colpa.

2.  Sapendo che tu sei il centro del tuo Universo, ricordati che c’è tutta una galassia che ti circonda, fa parte del tuo equilibrio e permette di esistere.

Dico sempre che vorrei che la vita sia più lunga, molto più lunga, perché mi piacerebbe fare tante lauree e appartenere a tanti think tanks! Una sarebbe sicuramente di astrofisici e cosmologi…adoro questi discorsi!

Io sono felicissima che facciamo parte della stessa galassia…felice fine settimana!

Pubblicato in Italiano
Martedì, 15 Aprile 2014 12:13

Arrenditi e lascia giocare la tua bambina!

Per arrenditi intendo alla perfezione, a voler finire tutto entro sera, a poter mangiare un po’ di più qualche giorno, a non essere pettinata alla perfezione.

Ma più che la fase dell’arresa, vorrei che ci focalizzassimo sul giocare!

Sicuramente vivi in un ambiente dove tutto gira intorno al fare e produrre. È così facile continuare a dire di SI a tutto e tutti. Io in questo periodo mi sento non stanca, esausta! E l’unica informazione che quella sensazione mi da è: FERMATI!

Non posso non farlo, perché mi è arrivato un messaggio chiaro e tondo, ma mi rendo conto che se fosse per me andrei avanti all’infinito.

Quante volte non ascoltiamo questa informazione? Tante. E sapete perché?

     1.Perché tante volte non sappiamo neanche come passare il tempo libero. Ci siamo dimenticate di giocare. Se siamo abituate a uscire dell’ufficio alle 8 di sera per andare cotte a casa a mangiare, guardarci qualcosa in tv e poi a nanna, il giorno che decidiamo di finire presto per avere tempo per giocare, cosa faccio?

“Oops…non lo so!”

E così, continuo a fare quello che è sicuro e comodo, anche se non mi fa bene. È solo questione di abitudine l’andare avanti a fare quello che facciamo, uno schema che ripetiamo e ripetiamo. L’unico modo per cambiarlo e trovare alternative che siano più divertenti e “fare giocare la bambina”!

2.Perché fa figo essere full! Se uno ti chiede: “Come va?”, e tu rispondi: “Benissimo grazie! Oggi sono riuscita a fare anche un riposino dopo la palestra. Meno male che avevo già sistemato tutto a casa per la cena questa sera quindi posso finire il lavoro che ho da consegnare al cliente”, cosa fa la tua interlocutrice? Pensa dentro di sé che sei finta e fai la perfettina. Certo che sto generalizzando, non va sempre così, ma il consenso sociale va più o meno su questa strada e quindi, pur di non sentirci giudicate, giochiamo il gioco degli altri per starci dentro.

E ancora una volta ci comportiamo come gli altri si aspettano, non come vogliamo noi!

Questo non rispetta chi siamo e vogliamo noi e non va di certo verso la strada per CREARE TE STESSA.

La strada per creare te stessa è:

  1. Ricorda di metterti al centro del tuo sistema e chiederti: “Cosa voglio fare IO?”·
  2. Cosa ti diverte fare? Como puoi giocare di più? E fallo! Una cosa alla volta. Anche solo un pranzo con una amica, fare una camminata da sola, prenderti un week-end  a fare la turista spensierata, ballare, cantare, anything. Non dev’essere una cosa impegnativa, anche una piccola azione va bene.
  3. Impara a dire di no dove ti senti di dichiarare i tuoi confini, e dire di si a quello che ti fa bene e meriti.Anche perché quando sei riposata e hai giocato, sei molto più produttiva e presente!

Se ti va, condividi sulla mia pagina di facebook, come stai giocando e creando te stessa…magari puoi ispirare tante altre persone!

Buon gioco e felice Pasqua!

Pubblicato in Italiano