Martedì, 26 Novembre 2013 13:14

Donne non si nasce, si diventa

Giovedì scorso, il 21 novembre, sono stata parte di un evento che ha organizzato la azienda Azimut rivolto alle Donne. Io ero una delle partner insieme ad altre cinque straordinarie figure.

La serata aveva come scopo, “coccolare” le loro clienti e far passare loro una serata piacevole e divertente. C’erano una stilista, una gemmologa, una personal shopper, e altre due che non sono neanche riuscita a conoscere!

Io, come Life Coach, ho invitato le persone che sono venute a creare il loro collage. Una delle tecniche che uso con quasi tutti i miei clienti perché funziona benissimo ed è divertente!

Ad aprire le danze alle 18:20 e mettere mani all’opera sono stati due uomini. Poi da li, il tempo è volato tra racconti e ritagli!

Sono rimasta soddisfattissima dell'entusiasmo e il coinvolgimento delle donne.

Quando lo fanno i miei clienti, che mi conoscono, è un conto. C’è già una relazione, una cornice, una storia. Giovedì ho però confermato per l’ennesima volta come le persone hanno la creatività e la voglia di esprimere chi sono, a portata di mano. È li pronta per uscire!

Una delle belle cose è che all’inizio le partecipanti sembravano confuse vedendo altre facendo il collage ma una volta che capivano l’idea, facevano il clic e partivano. E’ Una delle tecniche che uso di più, perché il collage è un insieme di immagini, disegni, materiale, adesivi, parole, qualsiasi cosa tu voglia, che rappresentino cosa ti piace e chi sei tu.

Sfogli tra le riviste, e scegli le cose che ti piacciono… tutto li!”

Quest’opera diventa il tuo nord durante i momenti difficili e ti aiuta a ricordare chi sei veramente rendendo tutto più relativo.

Come diceva Simone de Beauvoir, novellista e filosofa francese: “Donna non si nasce, lo si diventa.”

È stato bellissimo vedere queste donne di successo, professioniste di alto livello, concedersi uno spazio per giocare, sognare, ridere e mettersi in gioco. “Ritagliarsi” uno spazio dove lasciarsi trasportare delle emozioni, dalla pancia e del cuore,

e creare un cerchio dove condividere. Una volta questi cerchi erano quelli dove si faceva a maglia o si cucinava.

Giovedì, creavano se stesse!

E’ in questi momenti che uno diventa Donna.

Chi ha avuto CUOR-aggio, ha accettato il mio invito a farlo dopo aver pensato, “perché no?

Devo solo pensare a cosa mi piace, a chi sono io e cosa voglio”. Facile no?

Questo è uno dei modi per creare e ricreare te stessa giorno dopo giorno ricordandoti chi sei e cosa vuoi. Poi il “come” arriva…fidati di me!

Sono molto felice di continuare a espandere il mio sogno. Il sogno di creare un meraviglioso cerchio di donne dove ci si aiuta e ci si diverte.

Quindi grazie, grazie di cuore alle meravigliose donne che hanno fatto parte di questa bellissima serata.

Fino alla prossima volta che ci incontreremo…vi abbraccio e auguro una bella settimana!

 

 

Pubblicato in Italiano
Mercoledì, 30 Ottobre 2013 12:16

45

Da quando ho compiuto 39 anni, i numeri seguenti erano passati abbastanza inavvertiti. Normale, felice, giovane.

E questo anno? Quest’anno sono 45 e stanno facendo molto rumore!

Sarà che mi vedo più vicina ai 50 che ai 40.

Sarà che quest’anno sento più spesso il mio corpo che mi supplica di fermarmi ogni tanto.

Sarà che quest’anno ho visto arrivare galoppanti i capelli grigi che mi fanno sapere che gli anni passano. O che non riesco a leggere i miei sms appena mi sveglio al mattino o alla sera prima di andare a letto.

E cosa dire del fatto che mi sono “allargata”. Certo, allargata. Non ingrassata, no, allargata.

Tutto quello che ho sentito dalle saggie bocche dei più grandi, sta arrivando.

Ricordo quando da piccola m’immaginavo grande e dicevo: “Quando avrò 40, 45 anni, sarò così e farò colà”. Bene, ci sono.

Sono a tutti gli effetti una Signora!

L’anno scorso, in questa data, ho fatto i miei conti. Quest’anno aggiungerei a tutto quello un pochino più di sforzo.

Ma perché quest’anno più di altri sento che ne compio 5 in uno?

Perché quest’anno mi sento più vorace e affamata di vita, che mai!

I progetti e soddisfazioni personali che mi motivano ad aprire il computer quando la giornata finalmente tace e così leggo, cerco, scrivo. Sapendo che questo mi permetterà di passare momenti indimenticabili con le mie figlie la sera dopo. Queste piccole donne che già si innamorano, si arrabbiano, ridono e mi fanno ridere. Le mie adorate fanciulle.

O fare tardi la notte con mio marito Claudio, sapendo che il giorno dopo la pagheremo, pero vale troppo a pena!

L’onda la voglio surfare così com’è, anche se tutta ammaccata (come direbbe mia figlia Martina), ma non me la lascio passare!

Life is now come dice la pubblicità della Vodafone. Quello che sto vivendo è quasi esattamente come lo avevo immaginato, quindi non posso lamentarmi.

Quando sono stanca, mi fermo. Fermarmi adesso è quello che mi permetterà di continuare a divertirmi più avanti pensando alla mia “bigger picture”.

Sul mio terrazzo di fronte al mare, circondata delle persone che amo, godendoci la vita. Ad apprezzare, ridere e continuare a crescere e imparare.

C’è tempo per tutto. Nel frattempo, continuo a lavorare ed essendo infinitamente grata per le opportunità che la vita mi ha dato e continua a darmi.

Cin cin, adesso a festeggiare!

Pubblicato in Italiano
Venerdì, 12 Luglio 2013 17:06

Cosa significa per te il cambiamento?

“Perché chi non rischia niente, non combina niente, non ottiene niente. Del futuro sappiamo solo che sarà diverso. E forse la nostra paura è che possa rimanere uguale. Quindi dobbiamo festeggiare il cambiamento… (non ricordo le parole esatte, ma suonava più o meno così, una specie di citazione) perché tutto andrà bene, e se non sarà così, fidati, non sarà certo la fine del mondo”.

Evelyn (Judi Dench) nel film Marigold Hotel.

Settimana scorsa ho visto tre spezzoni di questo film che adoro. Alla fine credo di averlo visto tutto. Gli attori sono fantastici e soprattutto mi piacciono gli anziani! È bello che, a una certa età, tutto diventi relativo e uno si senta più libero di fare, dire ed essere quel cavolo che vuole!

Inoltre il mio collage contiene un’immagine presa dal film, quindi tutto quadra!

Senza contare che il prossimo weekend ci sarà il residenziale del mio corso di counseling e indovinate quale sarà il tema? Il CAMBIAMENTO! Wow…fantastico!

Eeee… so di averne già parlato nell’articolo su Michael Jackson e lo spettacolo del Cirque du Soleil, ma non posso farne a meno… è dappertutto! Riguarda la politica, la finanza, le aziende che chiudono o cambiano i loro obiettivi, il tempo, i progetti, i manager, ogni cosa.

A differenza di quel articolo che parla di come siamo noi responsabili dei cambiamenti che vogliamo, oggi ti parlo della noia o rischio del NON CAMBIAMENTO.

Questa citazione mi ha colpito molto perché il cambiamento è sempre stato una caratteristica della mia vita. Non posso farne a meno! Nelle ultime settimane sta causando un po’ di scompiglio in casa nostra e quindi è ancora più presente.

Mi ha fatto capire che quello che temo davvero è la calma, l’immobilità, e ciò che mi dà energia è l’attesa della prossima avventura – grazie al cielo più invecchio, più i cambiamenti sono ponderati.

Ho l’impressione che in generale, soprattutto nella fase storica che stiamo vivendo, l’dea del cambiamento sia vista come qualcosa di negativo.

Perché tanta paura di fronte al cambiamento? È l’incertezza di perdere qualcosa? La paura dell’ignoto? Quel che deve succedere, succede lo stesso, giusto? Sei tu che devi decidere cosa ti piace, quello che vuoi e quello che non vuoi, dico bene?

QUINDI NIENTE PAURA DEI CAMBIAMENTI!

L’unica cosa che non possiamo evitare è la morte, tutto il resto arriva, ci scombussola un po’ e poi passa, la vita va avanti.

L’unica cosa davvero importante è quello che ci lascia un’esperienza, il significato che diamo alle cose che ci accadono.

Ricapitolando:

Il cambiamento è davvero così terribile e spaventoso? Non ci apre la mente e ci insegna a “think different” (pensare in modo diverso), come direbbe Jobs?

Non ci insegna a trovare nuove soluzioni a vecchi problemi, come direbbe Einstein?

E io ti dico: i cambiamenti sono l’occasione perfetta per CREARE TE STESSO!

A presto!

Pubblicato in Italiano